SERATA DI POESIA

Sabato 14 maggio 2011 alle ore 17,30

Nella sala riunioni dell'Associazione Remo Branca si terrà la presentazione di una rassegna di poesie.

Le composizioni, tratte dalle raccolte di poesie di Giampaolo Atzori e Edoardo Mauro, verranno interpretate da vari lettori oltre che dagli stessi autori.

 

 

ALCUNE IMMAGINI DELLA SERATA:

 

MONUMENTI APERTI

Iglesias 14/15 MAGGIO 2011

La manifestazione “MONUMENTI APERTI” si svolge a Iglesias dal 14 al 15 Maggio 2011. Il patrimonio culturale della città, composto da numerosi edifici storici (tra cui l'edificio "EX SCUOLE MASCHILI" in via Roma, 68 che ospita la sede dell' Associazione Culturale Onlus Remo Branca), palazzi, chiese, musei,  parchi archeologici e minerari, viene aperto al pubblico per rivelare e diffondere i segni del passato, intriso di storia e cultura, da tramandare alle generazioni future.

OPEN SIGHTS
Iglesias 14/15 May 2011

The event “MONUMENTS OPEN” takes place in Iglesias 14 to 15 May 2011. The cultural heritage of the city, with numerous historic buildings (including the building "EX ELEMENTARY SCHOOL CHILDREN" in Via Roma 68, which houses the headquarters of the 'Associazione Culturale Onlus Remo Branca), palaces, churches, museums, archaeological parks and mining , is open to the public to disclose and disseminate the signs of the past, steeped in history and culture, to pass on to future generations.

MONUMENTI APERTI

19-20 maggio 2012

EX SCUOLE MASCHILI DI IGLESIAS

E' uno dei tanti edifici storici di Iglesias.

I lavori di costruzione iniziarono nel 1901 e terminarono nel 1903: venne inaugurato l’11 giugno 1904 ed è intitolato a Foiso Fois (Iglesias, 28 dicembre 1916-Cagliari, 21 febbraio 1984) pittore, saggista e critico d'arte.

La sua edificazione venne deliberata in seguito alla emanazione della legge Coppino (15 luglio 1877), Ministro della pubblica istruzione nel primo e nel secondo governo Depretis (1876-1878) che rendeva gratuita, obbligatoria e aconfessionale l'istruzione elementare e introduceva sanzioni per chi disattendeva l'obbligo (*).

Vari contrasti portarono alla situazione attuale: primo fra tutti la decisione di edificare la scuola nell’area adiacente la Chiesa di S. Francesco, in prossimità delle antiche mura medioevali e dell’Oratorio di S. Marcello attraverso l’esproprio e la demolizione di quest’ultimo. Un gruppo di cittadini chiese e ottenne dal Comune, con una petizione datata 11 maggio 1888, di recedere da questa decisione.

Altri progetti redatti per costruire l’edificio in altre parti della città non incontrarono il favore degli Enti preposti. Col tempo le varie soluzioni avanzate divennero obsolete in quanto non rispondevano più alle mutate esigenze (aumento della popolazione scolastica) per cui venne reso definitivo il progetto dell’ing. Erminio Ferraris del 5 gennaio 1899 che prevedeva la demolizione di un tratto delle antiche mura e dell’oratorio di S. Marcello, oltre ad una ridefinizione degli spazi del Convento e della Chiesa di S. Francesco.

In un ingresso dell’edificio è conservata una lapide che reca incisa una pianta della costruzione ed il tracciato delle mura demolite per far posto al nuovo caseggiato scolastico.

Dalla momento della sua costruzione, fino a pochi anni fa ha ospitato le classi delle scuole elementari, tranne i primi anni del dopoguerra dove vennero ospitate le classi della scuola media.

In alcuni locali dell'edificio, destinati all'Associazione Remo Branca, è in progetto la realizzazione del Museo Remo Branca, con esposizione delle opere donate dal figlio dell’artista Prof. Francesco Paolo al Comune di Iglesias, al Liceo Scientifico di Iglesias e all’Associazione Remo Branca. La donazione rappresenta un patrimonio di grande valore artistico, storico e culturale (in particolare xilografie e calcografie di Remo Branca e di artisti del novecento), di matrici xilografiche e calcografiche, di pellicole cinematografiche e libri realizzati dallo stesso Remo Branca.

(*) Michele Coppino (Alba, 1 aprile 1822 – Alba, 25 aprile 1901)

Ex Elementary School Children Iglesias

The construction of the building began in 1901 and ended in 1903. It was inaugurated on 11 June 1904 and is named after Foiso Fois (Iglesias, 28 dicembre1916-Cagliari, February 21, 1984), painter, essayist and art critic.

The building was deliberately following the enactment of the law Coppino (July 15, 1877), Minister of Education in the first and second government Depretis (1876-1878) which made free, compulsory and non-denominational primary education and introducing penalties for those who dismissed the obligation.

Various conflicts led to the current situation: first of all the decision to build the school in the adjacent Church of St. Francesco, near the medieval town walls and the Oratory of S. Marcello through the expropriation and demolition of the latter. A group of citizens asked for and received by the City Council with a petition dated May 11, 1888, to withdraw from this decision.

Other projects drawn up to build the building in other parts of the city did not meet the favor of the Entities. Over time the number of advanced solutions became obsolete as no longer relevant to changing needs (increase of school population) for which the project was finalized by the engineer. Erminio Ferraris of 5 January 1899 which involved the demolition of a section of the ancient walls and the oratory of S. Marcello, as well as a redefinition of the spaces of the convent and the Church of St. Francesco.

In an entrance of the building houses a plaque bearing an engraved plan of the construction and layout of the walls demolished to make way for the new school block.

From the time of its construction, until a few years ago hosted the elementary school classes, but the first post-war years where they were housed middle school classes.

In some local building association for Remo Branca, a plan for the creation of the Museum Remo Branca, with exhibition of works donated by Prof. Francesco Paolo's son to the city of Iglesias, the High School of Iglesias and to the Association Remo Branca. The donation represents a heritage of great artistic and cultural value (especially woodcuts and copperplate engravings Remo Branca and artists of the twentieth century), dies of woodcuts and copperplate engravings, films and books made by the same Remo Branca.

RASSEGNA LETTERARIA DI POESIA 2011

Si comunica che la Cerimonia di premiazione si terrà presso la Sala Riunioni dell’Associazione Remo Branca in Via Roma 68 (ex Scuole Elementari Maschili) sabato 18 giugno 2011  alle ore 18,00.

RASSEGNA LETTERARIA DI POESIA 2011

2^ EDIZIONE

R E G O L A M E N T O

Scarica il regolamento in formato PDF

FINALITA’ Il premio “Remo Branca” è ideato e organizzato dal Laboratorio “Poesia e Prosa” dell’Associazione Remo Branca. La finalità del premio è di valorizzare opere inedite nell’ambito della Regione Sardegna.

La partecipazione alla rassegna è aperta a tutti, compresi i soci dell’associazione Remo Branca.

Sabato 16 aprile 2011 alle ore 17,30

Presso la Sede dell'Associazione Remo Branca

via Roma 68, Iglesias

CONFERENZA: ARCHEOLOGIA DEL MITO NELLA POESIA: “AMORE SULL’OLIMPO E DINTORNI”

Conferenza di Patrizia Mureddu, docente di Filologia greca all’Università di Cagliari, illustrerà il passaggio dalla poesia orale a quella scritta.

La poesia di Omero sul mito verrà messa a confronto con gli alessandrini Apollonio Radio, che scrisse il poema (III sec. a.C.) sulla spedizione degli Argonauti guidati da Giasone alla conquista dl vello d’oro, densi di erudizione mitologico-geografica e dominati dalla preoccupazione di imitare e interpretare dottamente Omero, e Teocrito, poeta greco siceliota inventore della poesia bucolica.

Promosso da Coopertiva Archeologica Kernos di Quartucciu in collaborazione con l’Associazione culturale Remo Branca.

ARCHAEOLOGY OF MYTH IN POETRY: "LOVE AND SURROUNDING OLYMPUS"
April 16, 2011 17:30
Association Remo Branca
Via Roma, 68 Iglesias
Conference Patrizia
Mureddu , Professor of Greek Philology at the University of Cagliari, illustrates the transition from oral to written poetry.
The poetry of Omero on the myth will be confronted with the Alexandrian Radio Apollonio, who wrote the poem (III century BC.) on the expedition of the Argonauts led by Jason wins the Golden Fleece, full of erudition and dominated by mythological and geographical desire to imitate and interpret learnedly Onero , and Teocrito, greek poet siceliote inventor of bucolic poetry.
Sponsored by the Archaeological Coopertiva Kernos of Quartucciu in collaboration with the Cultural Association Remo Branca