Giovedì 14 novembre alle ore 19:00
Sede dell'Associazione Remo Branca, ex Scuole Maschili via Roma 68 - Iglesias
PROIEZIONE CORTOMETRAGGI:
DAVID - di Stefano Cerchi, Alessandro Ledda e Pusceddu - 11' - medaglia Presidente della Repubblica
DESULU - di Giampiero Eltrudis - 17' - menzione speciale
EMOZIONI - di Alessandro Ledda e Pusceddu - 23' - primo classificato
MAESTRALE - di Giampiero Eltrudis  - 07' - targa Aldo Rocchi


Questi cortometraggi hanno Partecipato al 44° Concorso Cinematografico organizzato dal Cine Club Iglesias

"NELLA PANCIA DEL MONTE"

Gli attori del laboratorio teatrale dell'Associazione Remo Branca, il Gruppo teatrale Assandira e il coro Giardino Musicale presentano:
"NELLA PANCIA DEL MONTE"
STORIE DI UOMINI, DONNE E FANCIULLI NELLE MINIERE
CON LA REGIA DI
NICOLETTA PUSCEDDU

Venerdì 25 ottobre 2013 ore 21,00
TEATRO ELECTRA
VENERDI' 25 OTTOBRE 2013 ALLE ORE 21,00

Ingresso gratuito in omaggio alla città.

DOVE SI TROVA IL TEATRO? Click qui


RASSEGNA LETTERARIA DI POESIA 2013

13 dicembre 2013 (venerdì)

Regolamento 4. Edizione
LA RASSEGNA E’ DEDICATA ALL’ARTISTA IGLESIENTE ENEA MARRAS

Xilografia di Enea Marras

art. 1 – FINALITA’
La rassegna letteraria di poesia 2013 ha la finalità di valorizzare opere inedite dell’espressione poetica. La partecipazione alla rassegna è aperta a tutti, compresi i soci dell’associazione Remo Branca.

Venerdì 13 dicembre 2013 alle ore 17,30 presso la sede dell'Associazione Remo Branca
via Roma 68 Iglesias ha avuto luogo la 4. edizione della

RASSEGNA LETTERARIA DI POESIA 2013

LA RASSEGNA E’  STATA DEDICATA ALL’ARTISTA IGLESIENTE ENEA MARRAS

ENEA MARRAS - Enea Marras, xilografo e pittore nato a Iglesias nel 1916, fratello di Giovanni, è considerato uno degli artisti sardi di più grande talento. Fu molto apprezzato da Remo Branca per la sua personalità artistica. Partecipò a soli 16 anni alla mostra collettiva che si svolse a Iglesias, fu assistente all’Istituto d’Arte di Sassari e nel 1938 fu ammesso alla XIX Biennale di Venezia. E’ purtroppo poco conosciuto essendo scomparso nel 1940 a soli 24 anni in circostanze misteriose, probabilmente sbalzato dal treno in corsa durante il servizio militare. Morì per le ferite riportate all'ospedale di Monza ma i particolari di quella disgrazia non sono noti. Nelle sue xilografie Enea si esprime maggiormente nei ritratti e nei paesaggi.